La Reggiana in Serie A e la fine della Prima Repubblica


image

Domenica 2 maggio 1993, trentaduesima giornata di campionato di Serie B.
Il gruppetto di squadre che guida la classifica è composto da: Reggiana
45 punti, Cremonese 40 punti, Ascoli, Piacenza e Lecce 39 punti.
La Serie A riposa, ieri sera a Berna la Svizzera ha sconfitto 1 a 0 (con
gol su punizione del terzino Hottiger) l’Italia di Sacchi e strappato
così anzitempo il pass per il Mondiale di giugno prossimo negli Stati Uniti.

Sempre nel pomeriggio di ieri a Piazza San Giovanni in Laterano al
concerto di Roma, gli Iron Maiden hanno allietato le orecchie dei
lavoratori, messi a dura prova dalla nuova misura proposta dal decreto di
marzo sull’occupazione: l’introduzione del lavoro “interimario”. Dal
francese intérimaire, interinale o ancora più semplicemente lavoro temporaneo.

L’intero stivale però è ancora intento a smaltire la scena dell’altra sera
trasmessa al telegiornale, quella del torinista Bettino Craxi – fresco
dell’assoluzione ottenuta a Montecitorio dai colleghi onorevoli a procedere
per 4 delle 6 imputazioni a suo carico chieste dalla procura di Milano
nell’ambito dell’inchiesta su Mani pulite – che davanti all’Hotel Raphael
riesce a malapena ad infilarsi nella sua Thema scura e partire sirene
spiegate sotto un lancio incessante di monetine e sventolio di banconote
da mille lire da parte della folla inferocita.

Craxi-Raphael

La capolista Reggiana, allenata dal milanista Giuseppe Marchioro,
grazie alla doppietta di Giuseppe Scienza supera il fanalino di coda Ternana e
prepara la fuga finale verso la massima serie. Nei quartieri alti vince
anche la Cremonese, 2 a 0 al Piacenza, pareggio invece per Ascoli e Lecce
rispettivamente contro Lucchese e Monza. Blitz vincente in trasferta di
Cosenza e Modena, entrambe passano dagli undici metri con Marulla e Pellegrini.
Nella zona retrocessione importanti vittorie di Taranto (3 a 2 sul Bologna,
terzultimo) e Fidelis Andria a quindici minuti dalla fine con Mauro Nardini.
Chiudono la giornata, la vittoria casalinga del Cesena con Hubner sul Bari,
e quella del Padova sul Venezia con il gol di soldatino Di Livio.
Classifica: Reggiana 47, Cremonese 42, Ascoli e Lecce 40, Piacenza e Cosenza 39.

I granata conservano i 2 punti di vantaggio sulla Cremonese, vantaggio che
si confermerà all’ultima giornata di campionato. E’ il 13 giugno 1993, Francesco Gallo, ministro delle Finanze, anticipa che nei prossimi giorni presenterà al Parlamento una proposta di modifica delle dichiarazioni dei redditi.

 Tommaso Lupoli per Mondocalcio Magazine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La Reggiana in Serie A e la fine della Prima Repubblica

  1. Pingback: La Reggiana in Serie A e la caduta della Prima Repubblica – L'incontrista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...