Indossa una maglia con la mappa della Palestina, multata una squadra di calcio in Cile


23chile1-master675

di Jack Bell*

In Cile un club assai popolare tra i tifosi di origine palestinese è stato multato dalla Federcalcio cilena per aver indossato divise sulle quali il numero 1 era raffigurato come una mappa della Palestina del 1947, prima della fondazione di Israele.

I giocatori del Palestino, club fondato nel 1920 da immigrati palestinesi, hanno indossato le maglie in tutte e tre le gare della stagione finora disputate.

“Al posto del numero 1 c’è una mappa della Palestina storica, prima della risoluzione delle Nazioni Unite del 29 novembre 1947, che sanciva la costituzione di uno Stato ebraico e di uno Stato palestinese,” si legge nel reclamo presentato da Patrick Kiblisky, presidente del club Ñublense. Kiblisky è ebreo. “La mappa, che non prende in considerazione l’attuale Stato di Israele, è un simbolo del popolo palestinese. Tenuto conto di queste circostanze, il suo uso rappresenta un problema politico.”

Ci sono circa 300mila le persone di origine palestinese che vivono in Cile. Una comunità che si ritiene essere una delle più numerose al di fuori del Medio Oriente; nel paese la popolazione ebraica non raggiunge le 20mila unità.

Lunedì l’Associazione Nazionale Calcio Professionistico del Cile ha comminato al Palestino una multa di circa 1.300 dollari e ha ordinato al club di modificare il design della maglia.

“L’associazione è esente da attività politiche e religiose, in generale, e da qualsiasi altra attività che non abbia un rapporto diretto con i suoi scopi e con lo sport,” ha scritto il giudice sportivo nella sentenza di sei pagine. “Pertanto, l’associazione proibisce ogni forma di discriminazione politica, religiosa, sessuale, etnica o razziale.”

Il Palestino è al secondo posto nella massima serie del campionato cileno, mentre il Ñublense è al quattordicesimo. Secondo il calendario le squadre non si affronteranno prima di aprile.

Dopo il match d’esordio del Palestino, contro l’Everton CD, in cui i giocatori hanno indossato le nuove maglie, il direttore generale della sezione latinoamericana del ministero degli Affari esteri israeliano, Itzhak Shoham, ha convocato un funzionario dell’ambasciata cilena per esprimere la sua preoccupazione.

“Mentre Israele si sforza di creare un clima positivo per fare dei passi in avanti verso la soluzione dei due Stati, sembra inopportuno usare lo sport per fini politici,” ha dichiarato dopo l’incontro, come riportato dal Jerusalem Post.

La Federazione palestinese del Cile ha replicato con queste parole: “Rifiutiamo l’ipocrisia di coloro che criticano la mappa, ma essi parlano dei territori occupati come se si trattasse di territori contesi”.

Il presidente del Palestino, Fernando Aguad, ha affermato: “Prendiamo atto della decisione e cambieremo la nostra divisa”.

La polemica in Sud America segue a ruota i fatti recentemente avvenuti in Inghilterra dove lo sport è alle prese con episodi di razzismo e antisemitismo. Giovedì il giocatore francese Nicolas Anelka, che in Inghilterra milita nel West Bromwich Albion, è stato accusato dalla Federcalcio inglese di aver fatto il gesto della quenelle. Da alcuni è considerato un gesto antisemita. Sempre giovedì, tre tifosi di Londra sono stati accusati di aver pronunciato la parola “Giudeo” durante una partita che vedeva coinvolto il Tottenham Hotspur, un club con un largo seguito di tifosi ebrei.

L’articolo originale del New York Times. Traduzione di Luca De Luca

___

Segui MondoCalcio su Facebook

Segui Mondocalcio su Twitter: @mondocalcioblog

___

leggi anche: 

Anna Frank tifa Roma o Lazio? Il triste derby capitolino per il primato dell’antisemitismo

Il Barcellona di Messi in “peace tour” in Palestina. Ma Gaza resta fuori

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...