Salvatore Cerrone, il difensore napoletano (ora allenatore della Primavera dell’Inter) cacciato dalla Lega Nord


Salvatore-Cerrone-e1371891093612

Tommaso Lupoli per mondocalcio.wordpress.com

Certe volte la territorialità acquista un peso specifico assurdo. Il luogo di nascita indicato sulla carta d’identità basta per subire un processo sommario. Poco importa se hai passato l’intera carriera a tirare calci ad un pallone in campi del nord, l’etichetta che segna il paese di provenienza non ti consente di diventare un simbolo.

Ne sa qualcosa Salvatore Cerrone, centrocampista nato a Napoli il 2 gennaio 1960. Cresciuto nelle giovanili del Milan – con i rossoneri ha giocato diverse amichevoli senza mai però esordire in prima squadra – a diciannove anni passò al Forlì in C1. Vestì poi le casacche di Pro Patria, Lucchese, Pergocrema e Pro Sesto, prima di approdare, nella stagione 90-91, al Lecco.

Proprio quella con i lombardi fu, sotto il profilo umano, la stagione peggiore della sua carriera. L’allora allenatore della squadra Luciano Zecchini, decise di affidargli la fascia di capitano. Decisione non condivisa da alcuni componenti della tifoseria bluceleste che preferivano il terzino, lecchese doc, Gabriele Ratti.

Una chiara e netta presa di posizione quella del tifo organizzato, dettata anche dal colore politico, quello verde della Lega Nord:

«Cerrone non ci rappresenta, vogliamo scegliere noi i nostri simboli».

Ma le esternazioni dei tifosi non si limitarono solo a striscioni e slogan, un capo curva lumbard, accanito sostenitore del carroccio, raccolse addirittura 400 firme per cacciare il capitano dalla squadra. Così il giocatore lasciò il Lecco dopo solo una stagione, stagione indimenticabile – nel senso negativo del termine – come dice lo stesso Cerrone in un intervista sul Corriere della Sera del 6 maggio 1995:

«Mi vengono i brividi a risentire queste storie. Quello che e’ successo allora a me e alla mia famiglia io non lo dimenticherò mai».

Salvatore Cerrone chiuse la carriera con il Seregno, in Interregionale, nella stagione 1991-92. Dal 2000 lavora nel settore giovanile dell’Inter, e dallo scorso luglio allena la squadra primavera.

Seguici MondoCalcio su Facebook

Segui Mondocalcio su Twitter: @mondocalcioblog

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...