Quasi 150 gol in due partite, in Nigeria il calcio finisce sotto inchiesta


FBL-AFR2008-CAN-NGR

Gli spettatori del campionato nigeriano sono abituati alle stranezze[1], ma 146 gol in due partite non li avevano mai visti. Un’enormità, anche per gli standard del posto, che ha reso necessario l’intervento della Nigeria Football Federation (Nff), la Federcalcio locale.

Il fattaccio è avvenuto nell’ultima giornata del campionato di terza serie. Il Plateau United Feeders e il Police Machine FC sono prime nel girone, a pari punti, e si giocano la promozione in seconda serie sulla differenza reti. Alla fine del primo tempo il Plateau conduce per 7-0 sull’Akurba FC, mentre il Police Machine vince “solo” per 6-0 contro il Bubayaro FC. Dopo l’intervallo le due squadre si scatenano: il Police Machine riesce a segnare 61 gol (la partita finisce 67 a 0), ma il Plateau fa di meglio con 72 reti (più di una e mezza al minuto), vincendo per 79 a 0.

Al fischio finale sono iniziate le polemiche. Nel suo comunicato ufficiale la Nff ha parlato di “spettacolo vergognoso, mai visto in Nigeria” e di “scandalo di proporzioni enormi”, e si è detta intenzionata a fare chiarezza su quanto avvenuto.

Qualche retroscena, tuttavia, è già trapelato. Secondo quanto riporta il sito Kickoffnigeria.com, le due capoliste avevano inviato delle “spie” ad assistere al match della rivale in modo da essere costantemente aggiornate via cellulare sul risultato. In questo modo è iniziata la corsa contro il tempo per segnare il numero più alto possibile di reti, con la complicità dei rispettivi avversari, che hanno lasciato fare.

Niente di particolarmente originale, se non fosse per il fatto che, a un certo punto, la cosa è sfuggita di mano ai protagonisti. A detta di alcuni testimoni, a partire dal secondo tempo i due match hanno preso una piega farsesca: difensori che non fingono nemmeno di entrare in tackle sugli attaccanti, dirigenti impegnati a bordo campo come racchetta-palle per accorciare i tempi morti, recuperi record concessi dall’arbitro.

Il giorno successivo la Nff ha sospeso giocatori e dirigenti coinvolti e ha aperto un’inchiesta. “Siamo indispettiti da questa pagliacciata – ha detto il rappresentante della Federazione Mohammed Sanusi – e garantiamo che i responsabili saranno puniti severamente”.

Carlo Maria Miele per Mondo Calcio


[1] Gli esempi non mancano: nel 2006, all’ultima giornata, l’Akwa United aveva bisogno di 12 gol per ottenere la promozione nella Nigeria Premier League, la massima serie nigeriana; nell’occasione vinse per 13-0.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Calcio criminale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...