Riparte l’ex serie C1, la Salernitana guida sette sorelle


C’è tanta Campania nel nuovo campionato di Prima divisione che parte domenica. Sette le squadre della regione divise tra i due raggruppamenti della ex serie C1.

È la Salernitana a guidare la delegazione campana nel girone A, composto quasi esclusivamente da squadre del Nord Italia. Dopo un’estate più che tribolata, e con una piazza in piena agitazione, i granata tenteranno di riconquistare subito la serie B. Un compito non facile, visto che nello stesso raggruppamento ci sono corazzate del calibro di Verona e Cremonese. Il nuovo allenatore Breda dovrà fare i conti con una squadra ancora in allestimento, che potrà contare sui veterani Montervino e Fava, e gli innesti dei giovani Ragusa e Szatmari.

Partenza subito in salita, con un derby sul campo dell’ambizioso Sorrento, che dopo il nono posto della scorsa stagione punta a un campionato di vertice. I rossoneri sorrentini sono riusciti a confermare l’ attaccante Paulinho, che sarà affiancato da Manco e dall’ex Sassuolo Erpen, in un attacco che si annuncia stellare.

Consistente anche la campagna acquisti della ripescata Paganese, che mira a un campionato senza troppi patemi.

Benevento, Juve Stabia, Nocerina e Cavese giocheranno invece nel caldo raggruppamento meridionale, dove il ruolo di favorite spetta a Ternana e Taranto, senza dimenticare il Foggia di Zeman.

Dopo due stagioni concluse ai play-off, il Benevento sceglie una partenza senza grandi proclami. Tagliati gli ingaggi e confermati i protagonisti della passata stagione, con l’ innesto di un gruppo di giovani promettenti e del veterano Grauso.

Entusiasmo alle stelle a Castellammare e Nocera, due piazze storiche che hanno ritrovato la prima divisione. Per la Juve Stabia in panchina non c’ è più l’ artefice della promozione Rastelli, rimpiazzato da Braglia. Ma sono tanti i volti nuovi arrivati per rafforzare l’ organico della squadra gialloblù. «Stateci vicino e ci divertiremo», ha annunciato il presidente Manniello durante la presentazione, davanti a cinquemila persone.

Grandi le aspettative anche tra i tifosi della Nocerina, che torna in Prima divisione dopo nove anni di assenza. Ben cinque gli ex Benevento passati tra le fila della Nocerina (allenata da Auteri), che aspira a un ruolo da outsider.

Più ostico si annuncia invece il cammino della Cavese, che è riuscita a salvare il titolo sportivo, ma parte in netto ritardo rispetto alle altre compagini del gruppo B. Al nuovo direttore sportivo Maglione il compito di allestire una squadra competitiva in tempi ristrettissimi. – carlo maria miele

PUBBLICATO SU la Repubblica

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...