Francia-Tunisia, un match poco amichevole


 

Agence France Presse (Francia)

 

I fischi che hanno accompagnato l’inno nazionale francese, la Marsigliese, prima della partita amichevole con la Tunisia, martedì sera a Parigi, hanno suscitato l’indignazione dei francesi e richiamato il dibattito ricorrente sull’integrazione degli immigrati provenienti dal Maghreb.

 

Il capo di Stato francese Nicolas Sarkozy ha definito l’incidente “scandaloso”, e – su richiesta della ministra degli Interni, Michèle Aliot-Marie – la magistratura ha aperto un’inchiesta per “oltraggio all’inno nazionale”.

 

La Aliot-Marie ha preteso che l’inchiesta si basi sulle immagini delle telecamere professionali piazzate all’interno dello stadio e che gli arresti che ne verranno fuori siano seguiti dal divieto di accesso agli stadi.

 

Interpellata sulla questione dal presidente della Repubblica, la ministra dello Sport Roselyne Bachelot ha annunciato che “saranno immediatamente interrotte tutte le partite in cui il nostro inno nazionale verrà fischiato” e “verranno sospesi tutti gli incontri amichevoli con i paesi interessati” per un intervallo di tempo ancora non stabilito.

 

“Coloro che vogliono fischiare un inno nazionale devono essere privati del match al quale sono venuti ad assistere”, ha commentato il primo ministro François Fillon, criticando il fatto che la Federcalcio francese (Fff), il cui presidente è stato convocato da Nicolas Sarkozy, non abbia annullato la partita.

 

I fischi hanno accompagnato l’inno nazionale prima del fischio d’inizio dell’incontro amichevole Francia-Tunisia, così come era avvenuto nelle partite amichevoli Francia-Algeria (ottobre 2001) e Francia-Marocco (novembre 2007).

 

Il segretario di Stato allo Sport, Bernard Laporte, ha suggerito che la nazionale francese di calcio non giochi più contro le squadre del Maghreb allo Stade de France di Saint-Denis, che si trova all’interno di una banlieue parigina, in una zona svantaggiata in cui vivono molti immigrati.

 

Leggi tutto (in francese)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...