Sla, la malattia del calcio


 

El Mundo Deportivo (Spagna)

 

Si distinse come attaccante dotato di forza e coraggio, arrivò a giocare tre partite con la nazionale italiana, vinse la Coppa dei Campioni con il Milan nel 1990 – ma era il sostituto di Marco Van Basten – e se ne andò alla Fiorentina per raggiungere l’apice della sua carriera formando una coppia con Roberto Baggio. Adesso, a 44 anni, Stefano Borgonovo vive su una sedia a rotelle a causa di una misteriosa malattia degenerativa, la Sclerosi laterale amiotrofica (Sla), di cui soffre dal 2005.

 

Il 5 settembre Borgonovo ha scioccato tutti annunciando di trovarsi in una fase avanzata del male che dal 1973 ha tolto la vita a 39 ex calciatori italiani. Non si può muovere, respira con l’aiuto di una macchina e comunica attraverso un sintetizzatore, un computer che traduce in parole elettroniche il movimento dei suoi occhi e delle palpebre.

 

“Dobbiamo lavarlo, raderlo, lavargli i denti, pettinarlo, vestirlo. Pesava 78 chili ed è calato a 48-50”, rivela sua moglie Chantal, che si sposò quando il giocatore aveva 21 anni e che fino a poco tempo fa lo ha assistito solo con l’aiuto dei familiari. “Molte persone soffrono e noi non siamo diversi dagli altri”, dice con una forza lodevole.

 

Leggi tutto (in spagnolo)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...