Eto’o, un esempio per i giovani africani


Bbc News (Gran Bretagna)

 

Samuel Eto’o, tre volte Giocatore africano dell’anno, spera che la sua visita di tre giorni in Kenya e Uganda possa essere di stimolo per i giovani.

 

L’attaccante del Camerun e l’ex portiere dei Leoni indomabili, Thomas Nkono, hanno tenuto un ciclo di allenamenti per i bambini di Nairobi e Kampala. Lo scopo era quello di usare il calcio come strumento per allenare ed educare i bambini alla vita.

 

“Sai, nella vita tutti noi abbiamo bisogno di modelli di comportamento e abbiamo anche bisogno di un sogno – dice Eto’o – Quando ero piccolo il mio sogno era essere come Roger Milla [la leggenda del Camerun]. Non sono diventato proprio come lui, ma comunque credo di non aver scelto la strada sbagliata. Vorrei dimostrare a questi bambini che è possibile farcela qualunque cosa essi vogliano essere. Tutto ciò di cui hanno bisogno è disciplina e determinazione nel diventare ciò che vogliono essere. Le persone iniziano a vedere che attraverso il calcio si impara a destreggiarsi nella vita. Puoi iniziare a giocare a calcio e diventare un dottore, un avvocato o qualcos’altro”.

 

Così come il Giocatore africano dell’anno 2007, Emmanuel Adebayor, anche Eto’o ha riconosciuto alla madre il merito di aver supportato il suo talento.

 

“I miei genitori hanno giocato un ruolo molto importante nella mia educazione, specialmente mia mamma, perché in Africa sono le madri che ti mostrano la strada. Loro non erano preoccupati di vedermi sporcare, e così mi incoraggiavano a giocare a calcio. La cosa importante nella vita è sapere da dove vieni, dove sei e dove vai. Così quando ho cominciato, mi sono detto che dovevo raggiungere qualche risultato, per dimostrare che l’Africa non è solo malattie, che in Africa puoi diventare tutto ciò che vuoi essere, se solo lo desideri.”

 

Eto’o ha anche qualcosa da dire sullo sviluppo del gioco nell’Africa orientale, una regione che ha fame di successi internazionali. Sfida le autorità dell’Uganda ad investire nelle scuole di calcio e nelle accademie se il Paese vuole diventare una potenza continentale. Dice che sebbene il campionato camerunese non è il migliore in Africa, il segreto del suo successo, sia a livello continentale che a livello globale, sta nell’investire nei giovani talenti.

 

L’articolo in lingua originale

 

(25 giugno 2008)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Eto’o, un esempio per i giovani africani

  1. caminiello ha detto:

    pare che eto’o si stia trasferendo aduna sconosciuta squardauzbeka o kazaka per 40 milioni di euro.
    clamoroso direi(se fosse confermata)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...